giovedì 19 gennaio 2017

I giornalisti vastesi il patrono san Francesco di Sales

L'instancabile Giuseppe Catania, presidente dell'Associazione vastese della stampa, per l'ennesima volta convoca i giornalisti vastesi a partecipare lunedì 23 gennaio alla ricorrenza di san Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. Una tradizione che si ripete da anni per l'associazione nata il 15 maggio 1957 e che si prepara a festeggiare i 60 anni dalla sua costituzione. L'appuntamento è per le ore 18.00 nella Cattedrale di san Giuseppe alle ore 18.00 per la celebrazione di una santa messa a cui farà seguito un aperitivo nel bar della Galleria De Parma.

sabato 14 gennaio 2017

Commissariato di Vasto: ecco Fabio Capaldo

Ha preso servizio il nuovo dirigente del Commissariato di Vasto: è il commissario capo Fabio Capaldo, 35 anni originario di Campo di Giove (L’Aquila). Proviene dalla Questura di Isernia dove per 3 anni ha diretto la Squadra Mobile e le Volanti e prima ancora per 2 anni a Parma come funzionario nella Squadra Mobile. “Sono a Vasto per arricchire la mia esperienza formativa – ha dichiarato – dopo aver svolto un’intensa attività giudiziaria; qui avrò modo di completarmi anche per l’ordine pubblico. Quella di Vasto è una realtà complessa, ma sono convinto che la preparazione del personale a disposizione ci permetterà di ottenere buoni risultati e di presidiare adeguatamente il territorio”. Capaldo succede al vice questore Alessandro Di Blasio trasferito alla Questura di Pescara per dirigere il Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo. “Continuerò l’ottimo lavoro del dotto Di Blasio – ha concluso Capaldo – in una zona che ritengo sia di interesse non solo per la piccola criminalità ma anche per quella organizzata. Per questo vigileremo tenendo alto il livello di attenzione”.

venerdì 13 gennaio 2017

Il cardinal Ernest Simoni a Vasto per parlare della libertà delle fede

Un ospite d'eccezione domenica 15 gennaio per la Chiesa e la Città di Vasto: il cardinal Ernest Simoni. Il porporato albanese sarà nella parrocchia di San Marco Evangelista invitato dal parroco, don Gianni Carozza. Celebrerà la santa messa alle 11.00 e, nel pomeriggio alle 16.00 nell'auditorium parrocchiale, terrà un incontro-testimonianza dal titolo "La libertà della fede, la bellezza del Vangelo", intervistato dal giornalista Piergiorgio Greco. Sopravvissuto alla persecuzione del regime comunista nei confronti del clero e di chiunque professasse una fede religiosa, don Ernest Simoni ha raccontato la propria vicenda a papa Francesco in visita a Tirana il 21 settembre 2014. Per il semplice fatto di essere prete, nel 1963 don Ernest viene arrestato e messo in cella di isolamento. Sottoposto a torture e condannato a morte, si vede commutare la condanna capitale in diciotto anni di lavori forzati, di cui dodici trascorsi in miniera. Durante il periodo della prigionia don Ernest continua a celebrare la messa a memoria, in latino, e a distribuire la comunione di nascosto. Uscito dal carcere, viene nuovamente condannato ai lavori forzati: questa volta è assegnato alla manutenzione delle fogne della città di Scutari. Torna libero nel 1990, quando crolla il regime comunista. Con la libertà di culto, comincia per don Ernest un periodo di intensa attività pastorale volta soprattutto alla riconciliazione.

giovedì 12 gennaio 2017

I gestori del Parcheggio multipiano di via Foscolo a Vasto si inventano una formula weekend per favorire l'arrivo di acquirenti, buongustai e turisti nel centro storico di Vasto. Compra, mangia, dormi a Vasto il parcheggio è gratis. Venerdì, sabato e domenica parcheggio gratis dalle 18.00 alle 20.00 per chi fa shopping nei negozi del centro e sceglie i ristoranti, i B&B e gli hotel convenzionati. Per usufruire dell’offerta sarà sufficiente presentare uno scontrino fiscale non inferiore a 20 euro emesso nel giorno e negli orari di utilizzo dell'offerta. Il regolamento sul sito www.parcheggiomultipianovasto.com

mercoledì 11 gennaio 2017

Profughi a Vasto, centrodestra chiede Consiglio comunale straordinario

Una richiesta di convocazione di Consiglio comunale straordinario e urgente per affrontare il tema dell'indirizzo delle politiche di accoglienza e della gestione del fenomeno dell'immigrazione all'interno del territorio del Comune di Vasto, anche in considerazione dell'adesione della Giunta comunale al Sistema di Protezione richiedenti asilo e rifugiati deliberata con atto n. 539 del 28 dicembre scorso. A chiederlo i consiglieri della minoranza di centrodestra Alessandro d'Elisa (Gruppo misto), Alessandra Cappa (Unione per Vasto), Vincenzo Suriani (Fratelli d'Italia-An), Francesco Prospero (Progetto per Vasto), Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro) e Nicola Del Prete (Vastoduemilasedici). "Valutata la risonanza - si legge nella richiesta inoltrata al presidente del Consiglio comunale Giuseppe Forte - della decisione della Giunta nell'opinione pubblica e nella cittadinanza, si chiede la convocazione di un Consiglio straordinario e urgente".

Neve e gelo: Bambinello avvolto nella lana

La neve caduta in questi giorni deve aver impietosito qualche cittadino vastese se ha ritenuto di dover avvolgere con uno scaldacollo di lana il Bambinello posto nel presepe che il Comune di Vasto ha fatto installare in piazza Barbacani. Un gesto simpatico che non ha mancato di incuriosire tanto da spingere a fotografarlo e poi postarlo su Facebook da Anna Pandolfo.

sabato 7 gennaio 2017

Immigrati del Consorzio Matrix impegnati a spalare la neve

Pala alla mano, e nonostante non siano abituati a lle temperature così rigide, gli immigrati dei centri di accoglienza del Consorzio Matrix in questi giorni sono impegnati nella rimozione della neve a Vasto e in diversi comuni del Vastese. I richiedenti asilo, attualmente ospitati nei centri di Vasto, San Salvo, Palmoli, Lentella e Carunchio "stanno dimostrando in concreto - afferma Vincenzo Scardapane della Cooperativa sociale Consorzio Matrix - la loro gratitudine ai luoghi che li stanno accogliendo in quanto non sono obbligati né ricevono alcun compenso, ma si sono comunque messi a disposizione per la comunità per ripulire le strade".

Muore in casa, ma per la neve non può essere dichiarato morto

E' deceduto da ieri mattina nella sua abitazione per cause naturali, ma la neve caduta abbondante e l'impraticabilità delle strade interne nell'alto Vastese, non consente al momento ad alcun medico di certificarne la morte. E' ciò che vede per protagonista un anziano di Fraine che giace in un letto già da oltre 24 ore. La strada provinciale che collega Castiglione Messer Marino a Fraine è chiusa da oltre 18 mesi e l'unica alternativa è quella di arrivarci attraverso un bosco in località La Valle, percorribile solo con mezzi speciali. I carabinieri di Castiglione Messer Marino sono stati allertati e si sono impegnati per trasportare un medico per accertarne il decesso. Solo allora si potrà procedere alla sepoltura, sempre che poi ce la faccia ad arrivare a Fraine una bara trasportata da un'impresa di pompe funebri adeguatamente attrezzata per il trasporto.

Vasto imbiancata, occasione per fare sport

Spettacolo insolito Vasto imbiancata. Tanti i disagi per una località che ha poca confidenza con la neve, ma anche occasione per inventarsi momenti di divertimento come chi a Vasto Marina ha pensato di giocare una partita di beach tennis, a pochi passi dalla riva del mare, o chi come sulla Loggia Amblingh ha adattato la sua bicicletta per trasformarla in skibike per cimentarsi nella discesa libera.

venerdì 6 gennaio 2017

La Befana Ricoclaun regala un sorriso ai bambini dell'ospedale di Vasto

Incurante dei rigori del freddo e sfidando anche qualche fiocco di neve, questa mattina la Befana dell'associazione Ricoclaun non è voluta mancare al suo tradizionale giro nel reparto di Pediatria dell'ospedale di Vasto per regalare un sorriso e consegnare dolci ai bambini ricoverati. Befana Ricoclaun che si è fatta assistere dalla simpatica e colorata clown Lulù. Tanti bambini, tanti genitori, tutti simpaticamente stupiti ed estasiati nel trovarsi al cospetto della Befana, in carne e ossa, pronti a ripetetere la filastrocca: "La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte, col vestito alla romana. Viva viva la Befana!". Tutti i bambini hanno detto che sono stati buoni, lo ha confermato anche il personale sanitario, e alla Befana non è restato altro che donare a tutti caramelle e sorrisi.

Casa Pound, immigrati: replica al sindaco Menna e all'assessore Marchesani

Dura replica di CasaPound Italia al comunicato congiunto del sindaco di Vasto Francesco Menna e dell'Assessore alle Politiche Sociali Lina Marchesani in merito al l'attivazione del progetto Sprar per l'accoglienza di ulteriori clandestini oltre i 136 già ospitati nei centri dislocati in città. "Una amministrazione che avesse davvero a cuore il bene della città e dei suoi abitanti - afferma in una nota Andrea Ciarallo, responsabile di CasaPound di Vasto - invece di parlare passivamente di 'obbligo dell'accoglienza' rispetto alle decisioni del Prefetto, farebbe presente come il tetto massimo di clandestini ospiti nei centri, fissato in 2.5 per ogni 1000 abitanti, sia già stato di molto superato. Come, proprio da parte del Ministero dell'Interno sia in corso di approvazione un nuovo codice guida, che impone di evitare grandi concentrazioni di clandestini in ragione delle problematiche sociali portate dal fenomeno. Alcune delle quali Vasto sta già sperimentando, con il dilagare del fenomeno dei venditori abusivi, parcheggiatori e dell'accattonaggio presso le attività commerciali. In presenza di numeri maggiori di clandestini potrebbero arrivare anche a episodi clamorosi, come le diverse rivolte verificatesi nei centri di accoglienza, ultima quella di Cona, in Veneto, pochi giorni fa". "Quindi - prosegue Ciarallo - a dispetto delle decisioni del prefetto di Chieti, che sembra aver individuato nella città di Vasto la destinazione di larga parte degli enormi flussi migratori che investono la nostra nazione; è nostro avviso che non di sprar e di ulteriore accoglienza si debba parlare per Vasto, ma di espulsioni per tutti quei clandestini, la stragrande maggioranza secondo le statistiche, privi dei requisiti per l'asilo. Una soluzione che lo stesso governo pare si appresti ad adottare con la riapertura, su tutto il territorio nazionale, dei centri per l'identificazione e l'espulsione degli immigrati irregolari".

giovedì 5 gennaio 2017

Freddo e neve nel Vastese

Dopo il sole di questi ultimi giorni brusco abbassamento delle temperature e neve che sta cadendo nel Vastese. Il collega Francesco Bottone di ecoaltomolise.net segnala che sono già diversi i centimentri caduti a Schiavi di Abruzzo, mentre la circolazione è garantita sulle strade provinciale con i mezzi spazzaneve già in servizio. I fiocchi di neve hanno fatto la loro comparsa anche sul litorale. In particolare a San Salvo e Vasto Marina.

mercoledì 4 gennaio 2017

Corsa al vaccino in provincia di Chieti

Circa 500 persone sono state vaccinate contro la meningite da meningococco nelle sole giornate di lunedì 2 e martedì 3 gennaio scorsi nei centri vaccinali dell’Azienda sanitaria locale Lanciano Vasto Chieti. Un notevole afflusso di cittadini sensibilizzati in seguito agli ultimi casi di meningite registrati in Italia, una malattia rispetto alla quale non vi è alcuna epidemia in atto e alcuna emergenza sanitaria. I casi, come ha spiegato il Ministero della Salute, sono stati 178 nel 2016, “nella norma attesa, in linea con i numeri degli ultimi anni”. Anzi, si è registrato un calo rispetto all’anno precedente. Nell’ultimo quadriennio ci sono stati 36 decessi da meningococco di tipo C su 65 milioni di abitanti. La corsa ai vaccini fa registrare situazioni di affollamento analogo in quasi tutti i 12 centri vaccinali della provincia che, nonostante la disponibilità degli operatori e la capacità di fare fronte all’ondata eccezionale di richieste, in alcuni casi può determinare anche situazioni di ressa, com’è accaduto in mattinata a Lanciano, dove la corsa al vaccino contro la meningite ha finito col rallentare e intralciare lo svolgimento della regolare e programmata attività legata al calendario vaccinale dei più piccoli. Proprio per evitare situazioni di questo genere e di ingolfare inutilmente gli ambulatori, è forte l’invito agli utenti, da parte dell’Azienda sanitaria, a prenotare la vaccinazione, senza farsi prendere dal panico con l’ossessione di dover fare presto, ingiustificata poiché, vale la pena ripeterlo, non ce n’è motivo. Per quanto attiene, infine, alla compartecipazione alla spesa da parte degli utenti, esiste una tariffazione differente in base ai ceppi da coprire, che viene comunicata al momento della somministrazione o della prenotazione.

San Salvo, premiazione della mostra di arte presepiale e del presepe in famiglia

Venerdì prossimo 6 gennaio alle ore 17.30, presso il Museo archeologico civico Porta della Terra, si concluderà la IV edizione della Mostra concorso di arte presepiale con la cerimonia di premiazione dei vincitori. In concomitanza saranno premiati anche i partecipanti al concorso un "Presepe in famiglia”. Edizione della Mostra di arte presepiale che ha visto la partecipazione di ben 29 opere, un numero superiore a quello di tutte le precedenti. Dieci opere appartengono ad artigiani-artisti provenienti da fuori città; tre alle scuole cittadine (la scuola d’infanzia di via Firenze, dell’Istituto Comprensivo n. 1; la scuola dell’infanzia di S. Antonio e la scuola primaria di via Ripalta dell’Istituto Comprensivo n. 2): le restanti di autori cittadini già presenti negli anni precedenti o alla prima esposizione. Gli organizzatori, Michele Daniele e Nicola Besca si ritengono soddisfatti soprattutto per la qualità delle opere presentate e per le diversità stilistiche che rivelano sia nell’impostazione che nella raffigurazione dei contesti e dei personaggi. La giuria tecnica quest’anno è composta dallo scultore Claudio Gaspari, dal pittore Osvaldo Smargiassi e dall’attore e scenografo Domenico Pacchioli. Naturalmente la giuria popolare, con i voti dei visitatori, risulterà ancora determinante per l’esito del concorso. Durante la medesima cerimonia saranno inoltre premiati anche i tre vincitori del concorso “Un presepe in famiglia” riproposto dopo diversi anni dal Circolo Fir CB San Vitale di San Salvo. Alfonso Buccigrossi e Antonio Biscotti hanno comunicato che diciotto sono state le iscrizioni al concorso. Le opere, in questo caso, sono state valutate da un’unica Giuria tecnica itinerante, formata da quattro componenti. Il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca ribadisce la validità di tali iniziative, non solo per lo spazio espositivo offerto agli artigiani/artisti dell’arte presepiale quanto per l’esaltazione dello spirito della Natività, l’evento che - nella povertà ed essenzialità in cui si svolse - non solo ha cambiato il mondo ma è ancora oggi in grado di indicare la via ad una società che cresce molto in termini tecnologici, troppo poco in termini di ascolto e di relazioni umane.

Vasto, il Comune attiva il "Tavolo dell'Ambiente"

Su iniziativa dell'Amministrazione comunale di Vasto si insedierà il prossimo 12 gennaio il “Tavolo per l’Ambiente”. È un organismo permanente a carattere consultivo che raccoglie tutte le associazioni ambientaliste d’ambito nazionale e comunale operanti nel territorio cittadino. “Si tratta – spiega Paola Cianci vicesindaco con delega all'Ambiente – di uno strumento fondamentale per garantire la sinergia necessaria tra i diversi attori coinvolti nella difesa e nella promozione dell’ambiente e della cultura dell’ecosostenibilità. Un Comune come il nostro, caratterizzato da un territorio meraviglioso, da bellezze naturali eccezionali, merita una comunità in grado di difenderla e rispettarla”.

martedì 3 gennaio 2017

Vasto, via libera al Piano neve comunale

La Giunta municipale di Vasto è pronta ad affrontare l'emergenza neve. Nella seduta del 28 dicembre scorso, su proposta dell'assessore ai Servizi Luigi Marcello, è stato approvato il Piano neve predisposto dall’ufficio Servizi Manutentivi che «assicura l’obiettivo di garantire la piena funzionalità delle risorse umane coinvolte e, al contempo, l’efficientamento dei mezzi occorrenti alla pulitura della rete viaria cittadina, che vanta una lunghezza complessiva di oltre 200 chilometri». Il Piano neve prevede l'utilizzo di 32 mezzi specializzati, di cui 16 di proprietà del Comune e della Protezione Civile, e 16 messi a disposizione della ditta vincitrice dell’appalto (implementabili in caso di ulteriore necessità); la disponibilità di 1.300 quintali di sale, la disponibilità di 56 uomini (dipendenti comunali, volontari di Protezione Civile, addetti spalatori della Pulchra Spa e dipendenti della ditta esterna), coordinati per assicurare le diverse numerose funzioni richieste. La sala operativa da cui saranno coordinate le operazioni è ospitata presso la sede del gruppo comunale di Protezione civile del Terminal Bus di via Conti Ricci. «In caso di emergenza, come previsto dalla normativa vigente – precisa Marcello – il sindaco attiverà il Centro operativo comunale (Coc) e, conseguentemente, la sede operativa verrà trasferita presso il Comando della Polizia Municipale». «Decisiva, per la buona riuscita delle operazioni, è la collaborazione della cittadinanza: gesti semplici, quali la limitazione dell’uso dei mezzi di trasporto privati, la pulizia delle pertinenze delle abitazioni, il parcheggiare le vetture in aree private e garage ed, infine, la pronta segnalazione di eventuali situazioni di criticità» ha concluso l’assessore.